Novità normative e giurisprudenziali




Diritto e Giustizia

Illegittimo il diniego opposto dal Sindaco alla dichiarazione di riconoscimento del figlio minore da parte della madre non biologica (gio, 20 set 2018)
Il concetto di coppia di cui alla l. n. 40/04 deve essere oggi inteso in senso lato, comprensivo anche della coppia omosessuale. In presenza di fecondazioni eterologhe, vietate in Italia ma praticate all’estero (ovvero quelle tra coppie samesex), il principio di tutela del superiore interesse del minore impone di riconoscere allo stesso le due madri che hanno manifestato il consenso pieno e consapevole di cui all’art. 6, consenso che è alla base della costituzione del rapporto di filiazione, in caso di ricorso alla PMA, così come, nella gestazione “ordinaria”, lo è il dato biologico genetico.   
>> leggi di più

Maternità surrogata e genitori dello stesso sesso. Prevale, sempre, il diritto del minore (mar, 18 set 2018)
Maternità surrogata e genitori dello stesso sesso. Prevale, sempre, il diritto del minore Il minore non può esser privato della continuità dello status filiationis legittimamente acquisito all’estero in base alla legge nazionale.
>> leggi di più

Una madre che, pur di avere con sé la figlia, affitta un appartamento per il padre (lun, 17 set 2018)
La Corte d’Appello di Venezia ha accolto il reclamo proposto da una donna che chiedeva il trasferimento della figlia presso la propria abitazione rendendosi disponibile ad affittare un appartamento nel quale il padre (residente a diversi chilometri di distanza) possa soggiornare durante i giorni previsti per il diritto di visita.  
>> leggi di più

L'affidamento condiviso non esclude che il padre veda la figlia un solo giorno a settimana (ven, 14 set 2018)
La regola dell’affidamento condiviso dei figli ad entrambi i genitori, prevista dall’art. 337-ter c.c., non esclude che il minore possa essere collocato presso uno dei genitori e che sia stabilito un regime di frequentazione specifico con l’altro.  
>> leggi di più

Il Sole 24 ORE - Norme e Tributi

Auto, l’obbligo dei seggiolini antiabbandono verso l’ok definitivo (ven, 21 set 2018)
L’approvazione sarà rapidissima, l’entrata in vigore no: l’obbligo di dispositivo antiabbandono sui seggiolini per bambini fino ai quattro anni di età, annunciato appena a metà luglio,...
>> leggi di più

Pensioni d’oro, accordo sui tagli oltre i 4.500 euro netti al mese (gio, 20 set 2018)
Le diffuse critiche dell’ultimo mese non hanno fermato il cammino della proposta di legge M5S-Lega sul “ricalcolo” delle cosiddette “pensioni d’oro”. Il testo, che ha come primi...
>> leggi di più

Stallo informatico in Cassazione, riprende il civile (gio, 20 set 2018)
«Sono venuto da Siracusa per avere notizie di otto sentenze penali, ma riparto a mani vuote perché il sistema è bloccato». L’avvocato Luigi Furnò ha la “sfortuna” di essere un...
>> leggi di più

Maternità, tutela completa anche se il lavoro è parzialmente notturno (mer, 19 set 2018)
Sentenza della Corte Ue nella causa C-41/17 che ha visto contrapposte una donna in allattamento contro Mutua Umivale, Prosegur España Sl e Instituto nacional de la seguridad social (Inss) ...
>> leggi di più


Il Sole 24 ORE - Norme e Tributi

Affitto breve, i rendimenti premiano il centro. In periferia meglio il «4+4» (lun, 17 set 2018)
Il successo della formula «turistica» dipende da stile, dimensione e collegamenti dell’immobile...
>> leggi di più

Condominio, vecchie spese legali? Paga il proprietario dell’epoca (lun, 10 set 2018)
Il quesito.Nel 2016 ho comprato una casa. Il condominio nel quale si trova l'immobile, nel 2005 aveva promosso una causa che si è conclusa solo nel 2017, con la sua soccombenza. Lo...
>> leggi di più

Occupazioni abusive, censimento a ostacoli (mer, 05 set 2018)
Gli sgomberi non si fanno con la carta. La nuova direttiva dell’Internodel 1° settembre 2018, dedicata alle occupazioni abusive degli immobili, crea nuovi strumenti per accelerare la...
>> leggi di più

In piscina il gestore è responsabile della sicurezza (mar, 04 set 2018)
Le recenti tragedie estive hanno portato a chiedersi di chi siano le reali responsabilità degli incidenti in piscina. Nei confronti degli utilizzatori della piscina il titolare...
>> leggi di più

Il mutuo prima casa? È detraibile solo se si «chiude» il contratto d’affitto (lun, 27 ago 2018)
Il quesito. Ho acquistato un immobile già affittato, abitato da inquilino con regolare contratto (4+4), già rinnovato dopo i primi quattro anni. Risiedo nello stesso Comune, a circa...
>> leggi di più

Commerciale

Reati fallimentari: il commercialista può concorrere ma l’imprenditore resta responsabile (ven, 21 set 2018)
La Cassazione, con la sentenza n. 40100/2018, ha confermato che commercialisti e professionisti possono essere chiamati a rispondere, in concorso con l’imprenditore, dei reati fallimentari e tributari alla realizzazione dei quali abbiano contribuito, come nel caso del consulente fiscale responsabile, a titolo di concorso, per la violazione penal-tributaria commessa dal cliente, laddove, in modo seriale, ossia abituale e ripetitivo, attraverso l'elaborazione e commercializzazione di modelli di evasione, sia stato il consapevole ispiratore della frode, anche se di questa ne abbia beneficiato il solo cliente. La responsabilità del professionista non può tuttavia escludere quella dell'imprenditore, specie in totale difetto di allegazione e dimostrazione della pretesa estraneità al progetto criminoso.
>> leggi di più

Le lettere di patronage: una ricostruzione (gio, 20 set 2018)
Di seguito l'articolo dell’avv. Zucchelli, pubblicato su Le Società n. 8-9/2018, Ipsoa. La lettera di patronage è uno strumento, non tipizzato e alternativo rispetto alle garanzie tipiche, che può essere utilizzato da un soggetto (il patronnant, solitamente una capogruppo) al fine di ottenere un’agevolazione del credito per un diverso soggetto (il patrocinato) così da permettere lo sviluppo di una determinata politica economico-finanziaria all’interno di un gruppo di imprese. Dopo aver delineato i tratti salienti delle dichiarazioni che solitamente connotano le lettere di patronage, si ripercorrono i tentavi della dottrina e della giurisprudenza di ricondurre tali lettere allo schema della fideiussione, del mandato di credito, della promessa del fatto del terzo e del contratto con obbligazione del solo proponente. Si analizzano infine i profili di responsabilità che possono derivare dalle dichiarazioni, contenute nelle lettere di patronage, che si rivelino false, inesatte, incomplete e/o equivoche e si evidenzia che: per quanto attiene alle lettere di patronage deboli, la dottrina maggioritaria ritiene che esse siano fonte di una responsabilità extracontrattuale ai sensi dell’art. 2043 c.c., mentre la giurisprudenza di legittimità sostiene che da esse possa derivare una responsabilità precontrattuale; quanto invece alle lettere di patronage forti, la S.C. ha ritenuto che esse siano idonee a determinare in capo al patronnant una responsabilità contrattuale ai sensi dell’art. 1218 c.c., ma è oggetto di ampio dibattito se l’obbligazione gravante sul patronnant sia di mezzi o di risultato.
>> leggi di più

Domanda di rideterminazione del saldo: esperibile anche con c/c aperto (gio, 20 set 2018)
La domanda di accertamento negativo è autonomamente esperibile anche in costanza di rapporto, poiché quando il conto corrente è aperto l’interesse del cliente trova normale soddisfazione nel ricalcolo dell’effettivo saldo, depurato degli addebiti nulli. Questo è quanto stabilito dall’ordinanza n. 21646/2018 della Cassazione civile.
>> leggi di più

Declaratoria di fallimento: gli immobili sono da ricomprendere nell’attivo patrimoniale (mer, 19 set 2018)
In tema di presupposti dimensionali per la fallibilità dell’imprenditore commerciale, nella valutazione del requisito dell’attivo patrimoniale debbono essere ricompresi anche gli immobili acquistati prima del trienno antecedente la manifestazione dell’insolvenza. Così si è pronunciata la Cassazione civile con l’ordinanza n. 21647/2018.
>> leggi di più